Per molti progetti hobbistici e’ richiesto l’uso di un piccolo motore, con una discreta coppia, in grado di azionare meccanismi di vario genere.
In questo articolo torniamo quindi a parlare di motori elettrici e dei dispositivi per poterli controllare.
Uno dei prodotti cinesi piu’ versatili ed econoimci in tal senso e’ la serie di motoriduttori JGY370, disponibili con alimentazioni in CC da 6V,12V e 24V.
Sono piccoli motori elettrici gia’ provvisti di un riduttore ad ingranaggi integrato, in grado di ridurne il numero di giri, aumentandone la coppia.
Ne esistono versioni per tutti gli usi, da 2rpm fino a 375rpm.
Molto interessante anche il sitema di fissaggio standard, dato che vengono forniti con 4 fori filettati gia’ presenti sul telaio in alluminio.
L’albero del motore (a vite continua) e’ inoltre reperibile in diverse tipologie e lunghezze, adatte un po’ a tutti i progetti.

Essendo alimentati in continua permettono una regolazione della velocità molto semplice ed economica tramite un qualsiasi regolatore PWM.
Per questo articolo abbiamo scelto di abbinare un piccolo regolatore PWM da pannello, lo ZK-MG, gia’ dotato di display a led e potenziometro per accensione/spegnimento e regolazione della velocità.

L’accoppiata dei due prodotti e’ molto interessante perche’ si presta ad una infinità di progetti ed ha un costo complessivo molto contenuto se si e’ disposti ad aspettare la consegna acquistandoli sugli store cinesi. In alternativa possono facilmente essere trovati anche su Amazon o Ebay con tempi di spedizione molto piu’ brevi, a fronte di qualche euro in piu’ di spesa.

REGOLATORE PWM ZK-MG

Il regolatore PVM ZK-MG e’ montato su un telaio plastico ideale per il fissaggio a pannello, su una tasca di deimensione standard di 71×39 mm.

Il suo funzionamento e’ molto semplice, ha una morsettiera a 4 contatti, due per l’alimentazione, due per l’output, che andra’ poi collegato ai due poli del motore. (In base alla polarità potrà anche essere regolata la direzione di rotazione del motore).
Il regolatore accetta alimentazione in corrente continua fino a 5A, tra 5 e 30V , quindi puo’ essere alimentato facilmente con delle batterie o con un piccolo trasformatore.

MOTORIDUTTORE JGY370

Il motoriduttore JGY370 ha dimensioni piuttosto compatte, inferiori agli 8 cm di lunghezza. E’ composto dal motore vero e proprio e dalla gearbox del riduttore. Il telaio e’ in alluminio, gli ingranaggi a seconda del modello possono essere metallici o in plastica. L’albero e’ tipicamente da 6mm, ma esistono molte varianti.
E’ disponibile in molte versioni partendo da 2rpm fino a 375rpm, ed e’ quindi molto versatile.
Esistono vari accessori come staffe per poterlo agevolmente montare sui propri prototipi.

Nell’acquistare questi motori e’ bene verificare che gli ingranaggi siano in metallo, in modo da garantirne una magiore durata, specie se si pensa di impiegarli sotto sforzo.
lo schema di collegamtno e ‘ molto semplice, e non richiede prticolari spiegazioni, una volta alimetnato lo ZK-MG dai morsetti V+ e V-, si connetteranno al motore i restanti morsetti Out+ e Out-. in base alla poaritaà verrà modificato il verso di rotazione. Volendo e’ possibile aggiungere un interruttore esterno oltre a quello gia’ presente sul dispositivo, utilizzando le due piazzole interne con la dicitura “stop”.

Lo ZK-MG puo’ chiaramente essere utilizzato anche con altri tipi di motori in corrente continua di analoga potenza, ma l’abbinamento con la serie JGY370 e’ particolarmente interessante e diffuso.

Altri motori in corrente continua molto utili in piccoli progetti DIY sono ad esempio quelli ad alto numero di giri, di potenze superiori e con sistema di raffreddamento integrato come i 550, i 775 gli 885, spesso usati x frese, trapani, etc, tuttavia per motori con potenze superiori occorrerà usare regolatori PWM progettati per lavorare con amperaggi maggiori. Occore quindi sempre verificare la corrente nominale del regolatore in modo che sia adatta a quella massima dichiarata nelle specifiche del motore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

+ 9 = 14